Lun. Mag 17th, 2021

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Le PAGELLE di BOLOGNA-INTER 0-1

3 min read
Giocatore per giocatore le pagelle dei calciatori del Bfc dopo Bologna-Inter 0-1 della 29ª giornata di serie A

Romelu Lukaku festeggiato dai compagni dopo il gol della vittoria contro il Bologna (foto pagina Facebook Internazionale Fc).

Le PAGELLE di UGO BENTIVOGLI

RAVAGLIA 6. Forse Skorupski non avrebbe preso gol sul colpo di testa – rimpallato – di Lukaku, ma comunque la sufficienza se la merita, anche perché di piede fa bene, malgrado la pressione interista. Nel secondo tempo salvato dal palo su Lautaro.

TOMIYASU 6. Il cross del primo gol arriva dalla sua parte, ma è praticamente già acciaccato: come dice Sinisa, c’era proprio bisogno di giocare nel 14-0 del Giappone contro la Mongolia? No. La risposta è facile: in ogni caso finchè gioca non dispiace. Dal 34’ pt De Silvestri 6. Non è Tomiyasu ma comunque il suo in qualche modo riesce a farlo.

DANILO 6. Non gioca male, ma anche lui è bruciato di testa da Lukaku – che ha superato ben altra difesa, in effetti – nell’azione che porta al decisivo vantaggio interista.

SOUMAORO 6. Fisicamente non perde un metro rispetto alle punte dell’Inter, tecnicamente però soffre in uscita quando l’Inter inizia a pressare.

DIJKS 6,5. Sulla sua fascia spinge e copre e l’Inter, che pure di solito a destra fa sfracelli, gira al largo, rispetto all’ex Ajax che, se sta bene è davvero un valore aggiunto per questa squadra. Dal 34’ st Juwara sv. Un cambio che ricorda una vittoria del tutto insperata: ma era un altro Bologna e un’altra Inter.

SCHOUTEN 6,5. È suo il primo tiro pericoloso verso la porta dell’Inter: un piattone di destro che Handanovic mette alto sopra la traversa dopo una bella azione rossoblù. È sempre al posto giusto al momento giusto.

DOMINGUEZ 6,5. L’argentino ha come sempre grinta e visione di gioco importante, davvero fondamentale per questa squadra, soprattutto se trova la continuità di giocate. Può fare molto meglio, perché ha le qualità per primeggiare anche in Italia. Dal 24’ st Svanberg 6. Entra per mettere forza al servizio della squadra che deve recuperare il gol di svantaggio: peccato per la clamorosa occasione non sfruttata.

SKOV OLSEN 5,5. È in un buon momento di forma ma non riesce mai a far male all’Inter: peccato, perché aveva appena tolto ad uno come Bulgarelli il record di più giovane giocatore a segnare una doppietta in nazionale. Detta così sembra blasfemia pura e semplice, ma in effetti è quel che è accaduto. Dal 34’ st Orsolini 6. Ormai ha perso il posto da titolare e questo non può che far dispiacere.

SORIANO 6,5. Sfiora il gol del pari nel finale del primo tempo, bruciando Martinez che lo stava marcando. Comunque si muove bene tra le linee anche se far male a questa Inter è quasi impossibile.

SANSONE 5,5. Bravino in determinate circostanze, è sempre un po’ leggerino e per dar fastidio alla difesa dell’Inter ci vogliono dei colossi, comunque il suo lo fa. Dal 24’ st Vignato 6. Spregiudicato come la sua età prova a mettere le sue qualità al servizio della squadra.

BARROW 5,5. Non era sicuramente facile per lui contro l’Inter, però fatica sempre a comprendere come muoversi contro una difesa così, a parte quando obbliga Ranocchia ad un fallo da ammonizione.

ALLENATORE MIHAJLOVIC 6,5. Prepara bene la partita e probabilmente il Bologna gioca al meglio delle sue possibilità, contro la squadra che vincerà lo scudetto con grande facilità.

ARBITRO GIACOMELLI 6. Non ammonisce gli interisti a inizio gara, poi riequilibra un po’ tutto, anche perché col gol di Lukaku la partita è praticamente finita.

Inter: Handanovic 6,5; Skriniar 6, Ranocchia 6, Bastoni 6; Hakimi 5,5, Barella 5,5 (47′ st Vecino sv), Eriksen 5,5 (16’ st Gagliardini 6), Brozovic 5,5, Young 6  (26’ st Darmian 5,5); Lukaku 6,5, L. Martinez 5 (26’ st Sanchez 5,5). All. Conte 6.