Lun. Mag 17th, 2021

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Bologna Fc, a Roma un’occasione da non perdere

4 min read
Le ultimissime notizie e le probabili formazioni di Roma-Bologna in programma domani allo Stadio Olimpico di Roma.

Rodrigo Palacio torna titolare a Roma (Pagina Facebook Ac Milan)

Ultimo mese e mezzo per una Serie A con quasi tutti i verdetti da emettere, ad esclusione di un titolo già ipotecato dall’Inter a 9 giornate dal termine: in questa 30ª giornata il Bologna farà visita alla Roma in uno dei due posticipi domenicali. Calcio d’inizio fissato per le ore 18 di domenica, la cornice quella dell’Olimpico e Sky Sport la piattaforma su cui verrà trasmessa la contesa.

Cinque mesi e un girone dopo la possibilità per il Bologna di provare a vendicare la peggior sconfitta stagionale: un mese di dicembre in apnea per i rossoblù, colpiti da una vera e propria ecatombe in termini di infortuni e costretti agli stessi effettivi in campo ogni 72 ore. Fortunatamente non è mai venuto meno un percorso lineare che ha consentito ai ragazzi di Sinisa Mihajlovic di restare sempre a distanza di sicurezza dalla zona calda e, alla luce di un girone di ritorno sinora positivo, di rivolgere lo sguardo alla parte più nobile della graduatoria. 

Deludente all’interno dei propri confini, entusiasmante in Europa: è cosi riassumibile il percorso stagionale della Roma che in campionato, almeno al momento, si dovrebbe accontentare della partecipazione alla prossima Conference League, terza competizione UEFA che debutterà nella stagione 2021-22. Il sogno Champions League potrebbe però realizzarsi vincendo l’Europa League: il 2-1 ad Amsterdam nei primi 90 minuti dei quarti di finale rappresenta una seria ipoteca sull’approdo in semifinale in cui, molto probabilmente, troverebbe il Manchester United vittorioso per 2-0 a Granada. 

I precedenti sorridono ai padroni di casa: in 31 dei 73 incontri nella Capitale e nella massima serie sono stati i giallorossi ad avere la meglio, l’ultima delle quali grazie al 2-1 ottenuto nella stagione 2018-19. Sono 23 i segni X, il più recente nella stagione 2015-16: vantaggio ad opera di Rossettini nella prima frazione, pareggio di Salah ad inizio ripresa, mentre l’ultimo dei 19 successi rossoblù risale alla scorsa stagione. Il bellissimo 2-3 del febbraio 2020 ha rappresentato probabilmente il punto più alto del Bologna nell’era Mihajlovic: al termine di quella serata il sogno Europa League sembrava davvero concreto, il lockdown ed un finale di campionato in calando hanno riportato, purtroppo, i bolognesi sulla terra.

Capitolo formazioni: stagione di fatto conclusa anzitempo per Medel e Hickey, per Santander al massimo si prevede qualche spezzone di gara nelle ultimissime giornate di campionato. Out anche Tomiyasu, che non verrà rischiato in vista del finale di stagione: l’unica nota lieta dunque risponde al nome di Lukasz Skorupski, negativizzatosi dopo aver contratto il Covid con la nazionale polacca e aver trascorso la quarantena in patria.

Proprio tra i pali il grande dubbio: conferma per Ravaglia o ritorno del titolare? Il favorito sembra proprio l’ex di turno, con buona pace del classe 1999. In difesa spazio a De Silvestri e Dijks (quest’ultimo in diffida) sulle corsie e alla coppia centrale formata da Danilo e Soumaoro. A centrocampo potrebbe essere riproposta la stessa coppia titolare nel match di febbraio, composta da Schouten e Svanberg: dalla panchina in tal caso Poli e Dominguez.
Si rivede Palacio in avanti: scontata la giornata di squalifica contro l’Inter, il Trenza si riprende una maglia da titolare nel reparto offensivo e dovrebbe essere supportato da Skov Olsen e Barrow sulle corsie, in vantaggio nei rispettivi ballottaggi con Orsolini e Sansone. Non si tocca ovviamente sulla trequarti Soriano, il miglior centrocampista italiano a livello di numeri. 

Vera e propria moria per la Roma, alle prese ovviamente con le energie da recuperare dopo Amsterdam e da preservare proprio in vista dell’Ajax: non saranno sicuramente della contesa lo squalificato Cristante e gli infortunati El Shaarawy, Juan Jesus, Zaniolo (che non recupererà neppure per gli Europei), Kumbulla, Spinazzola e Smalling. Torna tra i convocati dopo diverso tempo Mkhitaryan, ma per il calciatore armeno ci sarà eventualmente spazio solo nella ripresa. Tra i pali spazio a Pau Lopez, con il terzetto davanti a lui composto da Mancini, Fazio e Ibanez chiamato a proteggere l’ex Betis Siviglia: il vuoto lasciato sulla sinistra nella mediana a 4 dovrebbe essere occupato da Bruno Peres, con Karsdorp sulla destra e due tra Villar, Diawara e Veretout nel cuore del reparto e al momento resterebbe fuori l’ex Fiorentina, appena rientrato e non ancora al meglio. Sulla trequarti pronti Carles Perez e Pellegrini, con Pedro verso la panchina: come punta dovrebbe invece agire lo spagnolo Borja Mayoral, nella circostanza Dzeko sarebbe ovviamente preservato per l’Ajax.

Ecco le probabili formazioni e il gruppo arbitrale.

ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Fazio, Ibanez; Karsdorp, Villar, Diawara, Bruno Peres; Carles Perez, Pellegrini; Mayoral. All. Fonseca.

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Danilo, Soumaoro, Dijks; Schouten, Svanberg; Skov Olsen, Soriano, Barrow; Palacio. All. Mihajlovic.

Arbitro: Marco Guida di Torre Annunziata. Assistenti: Stefano Alassio (Imperia) e Manuel Robilotta (Sala Consilina). IV Uomo: Ivano Pezzuto (Lecce). Var: Michael Fabbri (Ravenna). Avar: Pasquale De Meo (Foggia).