Lun. Mag 17th, 2021

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Le PAGELLE di BOLOGNA-TORINO 1-1

3 min read
Giocatore per giocatore le pagelle dei calciatori del Bfc dopo Bologna-Torino 1-1 della 32ª giornata di serie A

1-1 al Dall'Ara tra Bologna e Torino (Foto Bologna Fc 1909)

Le PAGELLE di RICCARDO RIMONDI

SKORUPSKI 7. Semplicemente provvidenziale su Belotti e Zaza, non può davvero nulla sulla conclusione di Mandragora che non vede nemmeno partire.

MBAYE 6. Prestazione applicata e duttile del difensore senegalese, prima a destra e poi a sinistra. Svolge diligentemente quanto richiesto.

DANILO 6. Davanti aveva pur sempre un cliente scomodo come Belotti, contenuto con esperienza e senso della posizione.

SOUMAORO 6,5. Non sbaglia davvero niente, ai limiti della perfezione il suo lavoro in anticipo sui centravanti avversari.

DIJKS 6. Vince il duello con il giovane e dirimpettaio Singo: la corsia sinistra è in una botte di ferro con il terzino olandese. Dal 11′ st De Silvestri 6.. Difensore sempre più statico, normale alla luce dell’età che avanza: se la cava, anche d’esperienza.

POLI 5,5. Il capitano rossoblu è uscito dal giro dei titolari e si vede, alla luce di un avvio complicato.Prende le misure alla gara, ma esita in maniera fatale su una transizione in superiorità numerica che poteva innescare il 2-0. Dal 11′ st Schouten 6. Il Bologna non può rinunciare al centrocampista olandese, tra l’altro uno dei giocatori più in forma.

DOMINGUEZ SV. Singo frana rovinosamente addosso al suo ginocchio e lui esce con le mani sul volto: la speranza è che non sia nulla di grave per il centrocampista argentino Dal 8′ pt Baldursson 5,5. Non riesce a garantire equilibrio al centrocampo: ad inizio ripresa, in odore di secondo giallo, viene sostituito. Dal 11′ st Svanberg 6. Maggior densità e quantità in un secondo tempo guardingo.

ORSOLINI 5,5. Qualche spunto nella prima frazione, tra cui un interessante mancino di poco alto, ma nella ripresa si eclissa.

SORIANO 6,5. Sradica dai piedi di Verdi il pallone che poi lancia a Barrow in occasione del momentaneo vantaggio: supporta i compagni a dovere nella fase di non possesso.

SANSONE 6. Crea più di qualche grattacapo ai granata nel primo tempo riuscendo a non dare punti di riferimento: cala nella ripresa, anche perché cambia il corso della gara. Dal 38′ st Skov Olsen sv.

BARROW 6,5. Colpisce in una delle rare occasioni rossoblu della contesa, seppur con la netta complicità di Milinkovic-Savic. Si avvicina sempre più alla doppia-doppia tra gol (ora 8) e assist (8).

ALLENATORE MIHAJLOVIC 6. Il Torino giunto al Dall’Ara era all’assoluta ricerca dei tre punti, specialmente nella ripresa alla luce del risultato poi maturato in quel di Udine da parte del Cagliari: i granata si fanno preferire per quanto riguarda il numero delle occasioni create, anche se è vero che gli uomini di Nicola pervengono al pareggio solamente con un gioiello di Mandragora dal limite dell’area. Il pareggio odierno non è da disprezzare: il Bologna dà continuità al risultato positivo ottenuto contro lo Spezia e comunque si mantiene a pochissima distanza dalla parte sinistra della graduatoria.

ARBITRO MARINI 5,5. Qualche dubbio sulla punizione che porta poi al pareggio del Torino. Qua e la diversi errori non lampanti ma che denotano una gara non sempre controllata a dovere.

TORINO: Milinkovic-Savic 5, Izzo 6, N’Koulou 6, Bremer 6,5, Singo 5,5, Rincon 6 (26′ st Lukic 6) Mandragora 7, Verdi 5,5 (20′ st Baselli 5,5), Rodriguez 5,5 (20′ st Ansaldi 5,5), Zaza 6, Belotti 5,5 (26′ st Sanabria 5,5). All. Nicola 6.