Lun. Mag 17th, 2021

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Bologna Fc, sfida alla Dea

4 min read
Le ultimissime notizie e le probabili formazioni di Atalanta-Bologna in programma domani sera al Gewiss Stadium di Bergamo.

L'Atalanta vuol puntare al secondo posto (foto pagina Facebook Atalanta Bergamasca).

Terzo e ultimo incrocio di una settimana quasi europea per il Bologna: la sfida è di quelle davvero probanti, i rossoblù saranno infatti ospiti dell’Atalanta al Gewiss Stadium, nuovo nome sponsorizzato dell’Atleti Azzurri D’Italia, con calcio d’inizio fissato per le ore 20,45 di stasera e diretta televisiva su Sky.

Il pareggio contro il Torino rappresenta un risultato interlocutorio di una stagione destinata a chiudersi a metà classifica: nulla per cui stappare champagne, ma in un campionato cosi particolare e anomalo urge ricordare come tante realtà di media caratura siano ancora alla ricerca della permanenza nella categoria. Un girone di ritorno sinora da parte sinistra della graduatoria: i 18 punti raccolti in queste 13 gare issano il Bologna all’ottavo posto, 4 punti in più di quelli ottenuti nel medesimo arco di partire del girone d’andata e appena 2 in meno di quelli raccolti nelle prime 19 giornate. 

L’Atalanta arriva alla sfida contro il Bologna dopo aver sprecato una ghiotta occasione contro una Roma con la testa alla semifinale di Europa League: tantissime le occasioni sciupate contro i giallorossi, poi capaci di pervenire al pareggio nell’ultimo quarto d’ora. Nel girone di ritorno gli orobici marciano a ritmi secondi solo a quelli dell’Inter capolista: difficile dunque pensare che i ragazzi di Gasperini possano mancare l’accesso alla prossima Champions League, da cui rischia di restare fuori un Milan in difficoltà. 

Precedenti poco confortanti in Lombardia e nella massima serie: l’ultimo dei 7 successi sui 49 confronti disputati a Bergamo risale al gennaio 2009, con una punizione insidiosa di Sergio Volpi a beffare l’estremo difensore di casa, Coppola, poi diventato portiere rossoblù, a fine carriera. Sono 27 i successi dei padroni di casa, con Luis Muriel a sbloccare una contesa equilibrata nel mese di luglio, mentre il più recente dei 15 pareggi risale al 2012-13, con un 1-1 firmato da Giorgi e Gilardino. 

Capitolo formazioni: il Bologna perde per il resto della stagione Dominguez e per una ventina di giorni Dijks, fermato da un problema muscolare. Infortuni questi che vanno ad aggiungersi alle indisponibilità di Medel, Hickey, Tomiyasu, Sansone e Santander. Nella sfortuna il centrocampista argentino ha comunque evitato guai peggiori: una rottura del crociato avrebbe ovviamente pregiudicato la sua preparazione alla prossima stagione. Il terzino olandese out per un problema ai flessori, mentre il difensore nipponico potrebbe recuperare per la prossima sfida contro la Fiorentina. Tra i convocati spicca la presenza del giovane Amey dell’Under 17 rossoblu: dovesse fare il proprio ingresso oggi a Bergamo diventerebbe il più giovane calciatore di sempre ad esordire nella massima serie.

Vera e propria emergenza sulle corsie difensive dunque: Mbaye e De Silvestri titolari certi, unico cambio a destra quello di un Faragò ancora alla ricerca dell’esordio in rossoblù. Possibile chance per Antov al centro della difesa al fianco di Soumaoro, con Danilo escluso: tra i pali ovviamente a Skorupski.
In mezzo al campo torna la coppia titolare formata da Schouten e Svanberg, preservati dall’inizio contro il Torino: le ultime giornate rappresenteranno l’occasione per vedere all’opera Baldursson.
Cambi anche in attacco: Skov Olsen al posto di Orsolini, Palacio al posto di Sansone e Barrow riportato sull’out di sinistra, con Soriano ad agire ovviamente nel ruolo di trequarti.

Possibile modulo a specchio per l’Atalanta, priva dello squalificato Gosens e con Hateboer rientrato tra i convocati dopo tante settimane d’assenza: in tal caso Toloi e Djmsiti agirebbero ai lati di Romero e Palomino, con l’esclusione di Maehle pronto a subentrare in corso d’opera.
In mezzo al campo potrebbe tirare il fiato De Roon, rilevato da Pessina che andrebbe ad affiancare Freuler: a supporto della punta Zapata spazio al tridente formato da Malinovskyi, Pasalic e Muriel. Dalla panchina giocatori come Ilicic e Miranchuk, per quello che rappresenta il miglior arsenale offensivo dell’intera Serie A.

Ecco le probabili formazioni e il gruppo arbitrale.

ATALANTA (4-2-3-1): Gollini; Toloi, Romero, Palomino, Djimsiti; Pessina, Freuler; Malinovskyi, Pasalic, Muriel; Zapata. All. Gasperini.

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Antov, Soumaoro, Mbaye; Schouten, Svanberg; Skov Olsen, Soriano, Barrow; Palacio. All. Mihajlovic.

Arbitro: Michael Fabbri di Ravenna. Assistenti: Pasquale De Meo (Foggia) e Giuseppe Perrotti (Campobasso). IV Uomo: Simone Sozza (Seregno). Var: Luca Banti (Var Pro, Livorno). Avar: Alessio Tolfo (Pordenone).