Sab. Set 25th, 2021

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Bologna Fc: l’ultimo punto!

3 min read
Le ultimissime notizie e le probabili formazioni di Bologna-Genoa in programma domani sera Stadio Dall'Ara di Bologna

Davide Ballardini, allenatore del Genoa ed ex del Bologna (pagina Facebook ufficiale Genoa Cfr)

Ultimissimi atti della Serie A 2020-21 chiamata, a 3 giornate dalla fine, a emettere ancora buona parte dei propri verdetti sia in basso che in alto: il Bologna ospiterà al Dall’Ara il Genoa domani sera, con calcio d’inizio fissato per le 20,45 e diretta tv su Sky. 

L’ultimo turno non ha cambiato lo status quo della classifica: il pareggio maturato a Udine non ha mutato le distanze dal Verona decimo, con i gialloblu bloccati al Bentegodi dal Torino. Il bottino finale, e il relativo piazzamento, non andranno comunque a scalfire il percorso stagionale di mezza classifica, sempre lontano dalle zone calde, di una squadra che ha raccolto meno di quanto espresso a livello di gioco. Eppure un determinato salto di qualità, oltre che attraverso alcuni innesti, potrà essere compiuto solo a fronte di maggior equilibrio in campo e con un minor numero di sconfitte alla fine del torneo. 

Il Genoa arriva al Dall’Ara con la necessità di fare punti per ipotecare la salvezza: questo perché il Grifone sarà ospite nel weekend dell’Atalanta e all’ultima giornata si troverà di fronte un Cagliari potenzialmente ancora non certo della permanenza nella massima serie. Percorso a due velocità per il quarto atto di Ballardini sulla panchina ligure: 19 punti nelle prime 10 uscite, utili ad abbandonare la zona calda della classifica, e i restanti 10 nelle successive 12 per tenere a debita distanza la zona retrocessione. 

I 45 precedenti tra le due squadre in serie A pendono dalla parte dei padroni di casa: 22 successi, l’ultimo dei quali maturato nella stagione 2017-18 con la firma della coppia Destro-Falletti, il primo oggi capocannoniere stagionale dei liguri. Sono 18 i pareggi da registrare: nel febbraio 2019 le due squadre si annullarono con Destro prima e Lerager poi, nella sfida che rappresentava il ritorno di Mihajlovic al Dall’Ara quale allenatore del Bologna, dieci anni dopo esser stato esonerato a seguito dell’1-4 interno contro il Siena. Il quinto e ultimo successo ligure risale alla scorsa stagione: 0-3 a metà febbraio, pochissime settimane prima del lockdown causa Covid. 

Capitolo formazioni: il Bologna non ritrova nessuno di una lista degli indisponibili che annovera i noti Medel, Santander, Dominguez ed Hickey. Folta anche la schiera dei diffidati che dovranno dunque fare attenzione a un’eventuale sanzione: con un giallo De Silvestri, Dijks, Soriano, Soumaoro, Tomiyasu, Vignato salterebbero per squalifica la trasferta di Verona.
Pochi i cambi che si rendono necessari, alla luce della gara giocata sabato e della prossima in programma tra lunedi e martedi (in base all’esito del primo turno dei playoff del Chievo Verona): tra i pali spazio a Skorupski, l’unica novità potrebbe essere rappresentata dall’ingresso di Antov al fianco di Soumaoro, mentre viaggia verso la conferma la coppia di terzini composta da Tomiyasu e Dijks.
In mezzo da registrare il ritorno di Svanberg al fianco di Schouten e il conseguente ritorno di Soriano nel ruolo di sottopunta: sulla destra Skov Olsen dovrebbe essere sostituito da Orsolini, spazio a Barrow sulla sinistra con l’eterno Palacio ad agire da riferimento centrale. 

Pochi i cambiamenti anche per Ballardini: in difesa Radovanovic dovrebbe rilevare Zapata, schierandosi in mezzo tra Goldaniga e Masiello a supporto di Perin. A centrocampo il rientro di Strootman nelle vesti di mezzala a comporre il cuore del reparto con Badelj e Zajc, mentre Ghiglione e Zappacosta agiranno da esterni del reparto. In avanti spazio al tandem composto da Scamacca e Shomurodov: dalla panchina il sempreverde Pandev e l’ex Mattia Destro, rinato sotto la Lanterna.

Ecco le probabili formazioni e il gruppo arbitrale.

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Antov, Soumaoro, Dijks; Schouten, Svanberg; Orsolini, Soriano, Barrow; Palacio. All. Mihajlovic.

GENOA (3-5-2): Perin; Goldaniga, Radovanovic, Masiello; Ghiglione, Zajc, Badelj, Strootman, Zappacosta; Shomurodov, Scamacca. All. Ballardini.

Arbitro: Francesco Fourneau di Roma1. Assistenti: Domenico Rocca (Catanzaro) e Mattia Scarpa (Reggio Emilia). IV Uomo: Marco Serra (Torino). Var: Rosario Abisso (Palermo). Avar: Alessandro Costanzo (Orvieto).