Dom. Ott 17th, 2021

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Bologna Fc e le insidie del debutto con la Salernitana

3 min read
Le ultimissime notizie e le probabili formazioni di Bologna-Salernitana in programma domani allo Stadio Dall'Ara di Bologna

Sinisa Mihajlovic, tecnico del Bologna (Foto Bologna Fc 1909)

La Serie A 2021-22 è ai nastri di partenza: a distanza di tre mesi dall’ultima giornata di un torneo anomalo e particolare ecco che prende il via un campionato sicuramente meglio distribuito a livello di gare, con un mese in più a disposizione.

Il Bologna riparte all’insegna della continuità, in primis la guida tecnica, mentre undici delle restanti sedici squadre presenti nella scorsa Serie A hanno salutato il precedente allenatore. La strada della continuità è stata intrapresa anche rispetto alla composizione della rosa: salutati i senatori Danilo, Da Costa, Palacio e Poli, in entrata ecco Arnautovic al posto dell’attaccante argentino e Bonifazi in luogo del difensore brasiliano. Gli ultimi dieci giorni di mercato potrebbero vedere innesti nelle rotazioni difensive e in mezzo al campo, ma non dovrebbero cambiare lo status di una squadra che sogna l’ingresso in pianta stabile nella parte sinistra della classifica. Per farlo, e la gara con la Ternana lo testimonia, sarà importante registrare l’intera fase difensiva.

La Salernitana riabbraccia, un pochino a sorpresa, la Serie A dopo 22 anni: i granata, tuttavia, hanno ottenuto l’iscrizione al massimo campionato solamente a fronte della garanzia di un effettivo e completo distacco di Lotito dalla formazione, visto che – come risaputo – il vulcanico patron laziale è proprietario anche dei campani ed è vietato avere due formazioni nella stessa categoria, per motivi facilmente immaginabili. L’esordio stagionale per la formazione di Castori è stato invece positivo: 2-0 alla Reggina e passaggio del turno in Coppa Italia, competizione in cui affronterà il Genoa.

Solo due i precedenti al Dall’Ara nella massima serie: il primo nella lontana stagione 1947-48, con un perentorio 4-0 per il Bologna, mentre risale ovviamente alla stagione 1998-99 il secondo e ultimo confronto. In quella circostanza fu 1-1, con Signori e l’autogol di Paramatti a sancire il punteggio finale.

Capitolo formazioni: Mihajlovic dovrebbe cambiare tre quarti della difesa rispetto a quella scesa in campo contro la Ternana. Davanti a Skorupski, l’unico confermato risponde al nome di Bonifazi supportato da Medel, mentre ai lati della coppia centrale dovrebbero agire De Silvestri e Hickey, quest’ultimo avanti su Mbaye seppur entrambi non siano al meglio.

In mezzo al campo spazio al tandem formato da Schouten e Dominguez, con l’ex Velez in vantaggio su Svanberg per una maglia da titolare. Da osservare lo schieramento in campo: gli uomini dovrebbero essere gli stessi, ma Schouten potrebbe essere sistemato a protezione della difesa con quattro giocatori davanti a lui, con due ali e due centrali a supporto di Arnautovic. In ogni caso, il blocco offensivo non dovrebbe prevedere sorprese: alle spalle di Arnautovic spazio al tridente formato da Orsolini, Soriano e Barrow.

L’esperto tecnico Castori dovrebbe rispondere con un 3-5-2 che in fase di non possesso tende a divenire un prudentissimo 5-3-2: tra i pali spazio a Belec, davanti al portiere sloveno un terzetto fisicamente prestante, formato da Gyomber, Strandberg e Bogdan.

A centrocampo assente per squalifica Di Tacchio, come interni agiranno i due Coulibaly e Obi: sulle corsie spazio al tunisino Kechrida e all’atalantino Ruggeri. Il grande punto interrogativo davanti: al fianco di Bonazzoli spazio a Djuric, attaccante titolare della promozione, o alla new entry Simy? Al momento l’ex Cesena favorito sull’ex Crotone.

Ecco le probabili formazioni e il gruppo arbitrale.

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Medel, Bonifazi, Hickey; Schouten, Dominguez; Orsolini, Soriano, Barrow; Arnautovic. All. Mihajlovic.

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Gyomber, Strandberg, Bogdan; Kechrida, M.Coulibaly, L.Coulibaly, Obi, Ruggeri; Bonazzoli, Djuric. All. Castori.

Arbitro: Antonio Rapuano di Rimini. Assistenti: Valerio Colarossi (Roma2) e Domenico Palermo (Bari). IV Uomo: Daniele Paterna (Teramo). Var: Paolo Valeri (Roma2). Avar: Fabiano Preti (Mantova).