Dom. Ott 17th, 2021

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Chi è Arthur Theate, il nuovo colosso del Bfc

2 min read
La scheda di Arthur Theate difensore e prossimo acquisto del Bologna fc.

Arthur Theate (foto pagina Instagram Arthur Theate).

Dopo una rincorsa durata tutta l’estate il Bologna è riuscito a mettere le mani su Arthur Theate: il giovane difensore belga, per cui la società rossoblù aveva già iniziato a muoversi nella scorsa sessione invernale di mercato, approda sotto le Due Torri con la formula del prestito oneroso da 1 milione di euro e successivo obbligo di riscatto intorno ai 5 milioni di euro, mentre per Theate è pronto un contratto quadriennale da 650.000 euro a stagione.

L’Ostenda dunque, a pochi giorni dal termine del mercato, cede alle richieste di un Bologna non intenzionato a caricare l’ammontare dell’operazione su questo bilancio: mossa normale per le società odierne, ben decise a posticipare per quanto possibile i flussi di cassa, a maggior ragione se consideriamo che nell’attuale sessione tra acquisti e riscatti esercitati il Bologna ha investito prima dell’operazione Theate circa 27 milioni di euro.

Arthur Theate è un difensore centrale di 191 centimetri  per 76 chili: profilo esplosivo ed esuberante in campo e dotato di buono stacco, il che lo rende adatto anche al gioco aereo contro centravanti strutturati, tende spesso e volentieri a voler accorciare sull’uomo. Il suo piede preferito è il sinistro, dote preziosa in questo Bologna sinora formato da difensori centrali che prediligono l’utilizzo del piede destro: Theate grazie alla propria duttilità potrà inoltre essere utilizzato come terzino sinistro, magari come profilo meno di gamba ma più di tecnica per provare a costruire dal basso con maggiore pulizia ed efficacia.

Il calciatore belga, nato a Liegi il 25 maggio 2000, è cresciuto nei settori giovanili di Genk e Standard Liegi: nel 2020 viene acquistato dall’Ostenda con cui debutta da professionista, collezionando 40 presenze tra Jupiler League e Beker Van Belgie, l’equivalente della nostra Coppa Italia. Ben 40 presenze vere, come dimostrano i 3.566 minuti sinora giocati da professionista e accompagnati da 5 reti messe a segno. Il giocatore è inoltre nel giro delle nazionali giovanili belghe sin dall’Under15: lo scorso giugno l’esordio con l’Under 21 in una sfida contro il Kazakistan valida per le qualificazioni agli Europei di categoria in programma nel 2023.