Dom. Ott 17th, 2021

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Bologna fc: Lazio, ultima chiamata per Mihajlovic

3 min read
Le ultimissime notizie e le probabili formazioni di Bologna-Lazio in programma domani alle 12,30 allo Stadio Dall'Ara di Bologna.

De Silvestri, un passato nelle giovanili della Lazio (Foto Bologna FC 1909)

Ultimo turno prima della seconda sosta stagionale per far spazio alle Nazionali: Bologna e Lazio saranno di scena nel Lunch Match del 7º turno di Serie A, con calcio d’inizio ovviamente fissato per le 12,30 di domani e diretta televisiva ad opera sia di Dazn, sia di Sky.

È forse il momento più difficile per Sinisa Mihajlovic da quando è ritornato sotto le Due Torri: l’inizio di stagione del Bologna è stato altalenante, la classifica certamente non è deficitaria ma la squadra talvolta ha evidenziato confusione tattica e una non sempre precisa identità in campo. Certo un allenatore ha il diritto di poter rimediare ad un periodo no, specialmente quando il campionato non è giunto nemmeno ad un quarto del suo percorso. 

La stagione della Lazio potrebbe aver preso il volo con la vittoria nel derby: dopo le fisiologiche difficoltà iniziali ecco che Maurizio Sarri sembra aver trovato la quadra per una realtà chiamata in campionato a lottare per l’accesso alla prossima Champions League e in Europa quantomeno a superare un girone di Europa League comunque non dei più semplici.

I precedenti nella massima serie e sotto le Due Torri sorridono ai padroni di casa: il 2-0 dello scorso torneo ha garantito il 34º successo ai rossoblù, interrompendo un digiuno di vittorie che durava dal 2011. Nella stagione 2019-20 l’ultimo dei 18 pareggi, arrivato con un divertente 2-2 al termine di una sfida apertissima, mentre nel torneo precedente (2018/19) il più recente dei 15 successi laziali, con Inzaghi junior capace di superare il fratello maggiore per 2-0 nel corso del turno disputato nell’ultimo Boxing Day della Serie A. 

Vera e propria potenziale rivoluzione tattica per Sinisa Mihajlovic che dovrà però far fronte alle assenze di Kingsley e Schouten per infortunio e di Dijks stoppato dalla febbre. Recuperati in extremis Sansone, fermato in precedenza da un problema muscolare e soprattutto di Soumaoro, risultato negativo a due test Covid-19 effettuati in questi giorni dopo l’esito positivo di giovedì.

Tra i pali spazio a Skorupski, davanti al portiere polacco ecco l’ipotesi difesa a tre: in questo caso Bonifazi, in vantaggio nel ballottaggio con Soumaoro, agirebbe al centro, con Medel braccetto di destra e Theate braccetto di sinistra.

In mediana spazio a De Silvestri e Hickey sulle corsie, con Dominguez e Svanberg come interni di centrocampo: da valutare la posizione in cui verrà impiegato Soriano, se in proiezione più offensiva alle spalle di Barrow e Arnautovic o più dentro al campo per fare densità. 

La Lazio ha perso per una decina di giorni il suo bomber: infatti Ciro Immobile è uscito anzitempo nel corso della sfida contro la Lokomotiv Mosca. Il risentimento muscolare accusato contro i russi è stato più grave di quanto sembrasse all’inizio anche se i tempi di recupero sono comunque ridotti. Di fatto, la punta azzurra salterà solo la trasferta di Bologna e l’impegno con la Nazionale di Mancini.

Dunque spazio a Muriqi dall’inizio: ai lati della punta agiranno comunque i rigenerati Pedro e Felipe Anderson, veri e propri pericoli di giornata assieme all’attaccante centrale.

In mezzo al campo solita disposizione a tre con Milinkovic Savic e Luis Alberto a supporto di Lucas Leiva, mentre davanti a Reina agirà la coppia centrale composta da Acerbi e Luiz Felipe e quella di terzini formata da Marusic e Hysaj. 

Ecco le probabili formazioni e il gruppo arbitrale.

BOLOGNA (3-4-2-1): Skorupski; Medel, Bonifazi, Theate; De Silvestri, Dominguez, Svanberg, Hickey; Soriano, Barrow; Arnautovic. All. Mihajlovic.

LAZIO (4-3-3): Reina; Marusic, L. Felipe, Acerbi, Hysaj; L. Alberto, Leiva, Milinkovic-Savic; F. Anderson, Muriqi, Pedro. All. Sarri.

Arbitro: Davide Massa di Imperia. Assistenti: Niccolò Pagliardini (Arezzo) e Marco Scatragli (Arezzo). IV Uomo: Lorenzo Maggioni (Lecco). Var: Fabio Maresca (Napoli). Avar: Marco Bresmes (Bergamo).