Dom. Ott 17th, 2021

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Le PAGELLE di BOLOGNA-LAZIO 3-0

2 min read
Giocatore per giocatore le pagelle dei calciatori del Bfc dopo Bologna-Lazio 0-0 della 7ª giornata di serie Tim.

Musa Barrow in azione (Foto Bologna Fc 1909)

Le PAGELLE di RICCARDO RIMONDI

SKORUPSKI 6 Spettatore non pagante, ad eccezione di un brivido in uscita vissuto ad inizio ripresa.

SOUMAORO 6.5 Il centrale francese torna tra i titolari e offre una prova solida e granitica grazie, in particolare, ad un ottimo lavoro in anticipo.  

MEDEL 7 Un vero e proprio incubo per Muriqi, costantemente surclassato dall’esperto giocatore cileno. Il tutto senza dimenticare lanci ed aperture di livello. 

THEATE 7.5 Prima da titolare in Serie A ma non sembra: gioca senza fronzoli e con tanta personalità, innescando Barrow in occasione del vantaggio rossoblu e trovando subito dopo la rete del raddoppio. 

DE SILVESTRI 6.5 Un giocatore tirato a lucido che copre tutto il campo qualitativamente e quantitativamente in maniera egregia. 

DOMINGUEZ 6.5 Il Bologna non può semplicemente rinunciare al suo lavoro sporco e agli equilibri offerti alla squadra. 

SVANBERG 6.5 Poche possibilità di inserirsi e arrivare alla conclusione rispetto al solito, ma lui si fa trovare pronto in una gara in cui conta maggiormente badare al sodo. 

HICKEY 7 Partecipa attivamente alla manovra, dialogando efficacemente con i compagni anche entrando dentro al campo: meritatissima la rete che scaccia ogni possibile pensiero negativo (Dal 42°ST BONIFAZI SV)  

SORIANO 6 Una gara di sacrificio per lui, impiegato più a supporto dei due centrocampisti che vicino ai due riferimenti offensivi. 

BARROW 7.5 Sblocca la gara dalla sua mattonella, serve a Theate il pallone del 2-0 e confeziona l’apertura per il 3-0 di Hickey. Un giocatore ritrovato fisicamente e decisamente più pericoloso vicino alla porta (Dal 43°ST VIGNATO SV) 

ARNAUTOVIC 6 Poche occasioni concrete, ma sa sempre come tenere impegnati i centrali laziali (Dal 39°ST SANTANDER SV)  

ALL.MIHAJLOVIC 7 Colpisce a dovere una Lazio priva del proprio miglior giocatore e alla terza gara in sette giorni: ma la fortuna va ricercata ed il Bologna dimostra di meritarla grazie ad un’ottima interpretazione della gara. Squadra umile, corta, stretta e compatta, letale quando si tratta di colpire ed in grado di rendere innocuo lo sterile e prolungato possesso laziale. Alla seconda pausa stagionale il Bologna ci va nella parte nobile della classifica.

ARB.MASSA 6 Quando un direttore di gara si nota poco e niente significa che la gestione della contesa da parte dello stesso è quella più adatta. E non potrebbe essere altrimenti in una gara che si incanala dopo un quarto d’ora in una direzione ben precisa: nel finale Acerbi gli toglie un evitabilissimo cartellino rosso di dosso.

LAZIO: Reina 4.5, Marusic 5.5, L.Felipe 5, Acerbi 4.5, Hysaj 5 (13°ST Lazzari 5.5), M.Savic 5 (13°ST Basic 5.5), Leiva 5 (26°ST Cataldi 5.5), L.Alberto 5.5 (26°ST Akpa-Akpro 5.5), F.Anderson 6, Muriqi 5, Pedro 5. All: Sarri 5.