Sab. Ago 20th, 2022

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Le PAGELLE di UDINESE-BOLOGNA 1-1

3 min read
Giocatore per giocatore le pagelle dei calciatori del Bfc dopo Udinese-Bologna 1-1 dell'8ª giornata di serie Tim.

Musa Barrow a segno (Foto Schicchi)

Le PAGELLE di RICCARDO RIMONDI

SKORUPSKI 5,5. Ad inizio ripresa salva benissimo su Larsen, poi nel finale è suo malgrado protagonista del pareggio friulano: vero che come spesso gli accade non è padrone dell’area piccola, ma francamente l’azione di Becao andava punita con un fallo di ostruzione ed il conseguente gol annullato a Beto.

SOUMAORO 6,5. Come sempre granitico, nella ripresa si fa vedere pericolosamente in avanti dalle parti di Silvestri.

BINKS 6,5. Buona la prima da titolare per il giovane difensore inglese, che regge l’urto contro Beto e contiene un acceso Deulofeu. Dal 24′ st Medel 6. Entra per provare a proteggere il vantaggio appena acquisito. 

THEATE 6,5. Personalità, pulizia, intraprendenza e pure malizia al servizio della squadra: furbo e lesto a provocare il secondo giallo di Pereyra. Dal 24′ st Skov Olsen 5,5. La differenza nella prestazioni offerte con la maglia del Danimarca e quella del Bologna è lampante.

DE SILVESTRI 6. Un primo tempo in cui risulta più attivo rispetto ad una ripresa più guardinga. 

DOMINGUEZ 6,5. Non al meglio per il lungo viaggio affrontato e si vede, ma poi propizia il gol con un pallone semplicemente perfetto per Barrow. 

SVANBERG 6,5. Verticalizzazioni e giocate di qualità per i compagni, come il tacco che permette un pericolosissimo tiro di Barrow. Dal 11′ st KINGSLEY 6. Un grosso in bocca al lupo per lui: esce dal campo a causa di una frattura scomposta del perone sinistro. Dal 27′ st Vignato 6. Impegna Silvestri con una bella conclusione da fuori.

HICKEY 6. Tutto sommato bene nella prima ora di gioco, anche se poi fisiologicamente le cose diventano più difficili quando subentra Molina.

SORIANO 5,5. Nel vivo del gioco ma poco reattivo: non sfrutta a dovere un ottimo assist di Arnautovic e poi una leggerezza di Nuythick sul finire del primo tempo.

BARROW 7. Giocatore ritrovato: scalda le mani a Silvestri nel primo tempo, gli provoca un brivido nella ripresa con un tiro a fil di palo e poi lo supera sotto le gambe. 

ARNAUTOVIC 6,5. Alle volte dà l’idea di essere l’adulto che gioca al parco con i bambini: testa alta, sempre sicuro di se stesso e dei propri mezzi. Tanto lavoro di sacrificio e di supporto ai compagni: mette in porta Soriano che non concretizza.  

ALLENATORE MIHAJLOVIC 6. Un Bologna ben disposto in campo e propositivo deve rimproverare se stesso per le tante occasioni costruite e non concretizzate che avrebbero indirizzato la gara in maniera definitiva: ma non può non saltare all’occhio l’ennesima decisione arbitrale errata, come successo contro il Genoa, che costa l’intera posta in palio ai rossoblu. 

ARBITRO ABISSO 5. Un metro fin troppo fiscale: la prima ammonizione a Pereyra lascia a desiderare, la seconda è chiaramente inevitabile e ne decreta l’espulsione. Più di qualche dubbio sull’ammonizione mostrata a Svanberg nella ripresa. Nel finale l’episodio che decide la gara: il contatto di Becao ai danni di Skorupski, in occasione della rete di Beto, andava punito come fallo di ostruzione da parte del difensore brasiliano.

UDINESE: Silvestri 6,5, Becao 6, Nuythick 5,5, Samir 6, Strygen Larsen 5,5 (24′ st Molina 6), Pereyra 4,5, Walace 6, Makengo 5,5, Udogie 5,5 (24′ st Pussetto 6,5), Beto 6,5, Deulofeu 6,5 (41′ st Soppy sv). All. Gotti 6.