Gio. Dic 2nd, 2021

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Bologna Fc: nella tana di Osimhen

4 min read
Le ultimissime notizie e le probabili formazioni di Napoli-Bologna in programma domani alle 20,45 allo Stadio San paolo-Diego Armando Maradona di Napoli.
Luciano Spalletti

Luciano Spalletti sta facendo un grande lavoro a Napoli (foto pagina Facebook ufficiale SSC Napoli)

Seconda sfida del tour de force targato Serie A, attesa dal secondo dei tre turni nel giro di una settimana: il Bologna farà visita al Napoli stasera nel posticipo della 10ª giornata, con calcio d’inizio fissato per le 20,45 e diretta televisiva in contemporanea su Dazn e Sky.

Prima sconfitta in campionato al Dall’Ara per il Bologna, protagonista però di una vera e propria prova di forza al cospetto della capolista Milan e di una scadente direzione di gara: sotto di due reti e di un uomo i rossoblù hanno avuto il merito di trovare il pareggio e di tenere molto bene il punteggio anche in doppia inferiorità numerica, piegati solo dall’eurogol di Bennacer. Un atteggiamento da cui ripartire per scrivere un campionato diverso da quello appena per trascorso, evitando dunque di consegnare la serata di sabato ai soli rimpianti e alle recriminazioni.

L’avversario di turno è partito come meglio non potrebbe: il Napoli si trovava al primo posto in coabitazione proprio contro i rossoneri, che però hanno già vinto la loro partita e, dunque, ora hanno tre punti di vantaggio sui partenopei. Partenopei che hanno raccolto 25 dei 27 punti a disposizione e sono anche al secondo posto nel girone di Europa League, ovviamente in piena corsa per il passaggio del turno. Luciano Spalletti è stato sinora in grado di toccare le giuste corde di una squadra davvero forte e profonda ma che a cavallo tra gennaio e febbraio potrebbe risentire delle assenze di Anguissa, Koulibaly e Osihmen impegnati in Coppa D’Africa.

Sfida storica tra le due compagini in Serie A: nei 62 precedenti in Campania i padroni di casa si sono imposti 29 volte, l’ultima delle quali per 3-1 nello scorso marzo. Il più recente dei 23 pareggi risale al segno X maturato nel gennaio di nove anni fa, mentre l’ultima delle 10 vittorie rossoblù è arrivata nel dicembre 2019, quando Sansone e Skov Olsen ribaltarono l’iniziale vantaggio firmato da Llorente.

Sinisa Mihajlovic contro il Napoli sarà ovviamente privo di Soriano e Soumaoro, espulsi contro il Milan e nuovamente a disposizione per la prossima gara contro il Cagliari: ai due squalificati si aggiunge Arnautovic, vittima di un fastidio muscolare contro il Milan ed i noti assenti Bonifazi, Kingsley e Viola.

Le squalifiche e le assenze porteranno giocoforza la formazione-tipo ad essere riscritta: partendo dalla difesa ecco che De Silvestri dovrebbe scalare di posizione ed essere affiancato a Medel e Theate nel terzetto difensivo a protezione di Skorupski. 

Il posto lasciato sulla corsia di centrocampo dall’ex Torino dovrebbe essere occupato da Skov Olsen, mentre a sinistra è più serrato che mai il ballottaggio tra Hickey e Dijks: in mezzo si dovrebbe rivedere dall’inizio Schouten, ben subentrato contro il Milan, coadiuvato da Svanberg e Dominguez, quest’ultimo in diffida e chiamato per quanto possibile a gestirsi.

In avanti si viaggia verso l’inedita coppia Barrow-Orsolini: il gambiano dovrebbe vestire i panni della prima punta e l’attaccante marchigiano quello della seconda, il tutto in un attacco che cercherà di non dare troppi punti di riferimento alla retroguardia avversaria.

Qualche cambiamento qua e là anche per Spalletti, assente anch’esso per squalifica dopo esser stato espulso al termine di Roma-Napoli: le modifiche non dovrebbero però riguardare il reparto arretrato, con Ospina preferito ancora una volta a Meret e il quartetto difensivo formato da Koulibaly e Rrrahmani in mezzo con Mario Rui e Di Lorenzo ad agire da terzini.

In mezzo potrebbe tirare il fiato Fabian Ruiz, insidiato dall’italotedesco Demme che potrebbe dunque affiancare la rivelazione Anguissa.

Davanti le modifiche più evidenti: Lozano ed Elmas dovrebbero rilevare Politano e Zielinski, con Insigne ed Osihmen a completare l’undici. 

Ecco le probabili formazioni e il gruppo arbitrale.

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Koulibaly, Rrahmani, M.Rui; Anguissa, Ruiz; Lozano, Elmas, Insigne; Osihmen. All. Spalletti.

BOLOGNA (3-4-2-1): Skorupski; De Silvestri, Medel, Theate; S. Olsen, Dominguez, Schouten, Svanberg, Hickey; Barrow, Orsolini. All. Mihajlovic.

Arbitro: Marco Serra di Torino. Assistenti: Pasquale De Meo (Foggia) e Cristian Rossi (La Spezia). IV Uomo: Luca Massimi (Termoli). Var: Maurizio Mariani (Aprilia). Avar: Alessandro Lo Cicero (Brescia).