Gio. Dic 2nd, 2021

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Bologna fc: vincere con la Samp per sognare in grande

3 min read
Le ultimissime notizie e le probabili formazioni di Sampdoria-Bologna in programma domenica alle 15allo Stadio Luigi Ferraris di Genova

Fabio Quagliarella, quest'anno non così prolifico ma sempre pericoloso (foto pagina Facebook ufficiale UC Sampdoria).

Ultimo turno prima della terza sosta per le Nazionali: l’Italia, nel corso delle prossime due settimane, si giocherà il pass diretto per Qatar2022 in particolare nello scontro contro la Svizzera. Il Bologna, tornando alla Serie A, sarà di scena allo stadio Ferraris ospite della Sampdoria: calcio d’inizio fissato per le 15 di domenica, diretta televisiva ad opera della sola piattaforma Dazn.

Due mesi intriganti alle porte per il Bologna: in quello attuale le sfide contro Sampdoria, Venezia e Spezia, tutte formazioni alle spalle in classifica. Quello di dicembre vedrà invece i ragazzi di Mihajlovic affronterà realtà con ambizioni simili ai rossoblù, cioè Fiorentina, Torino e Sassuolo, oltre alle due big al momento meno convincenti, e più in difficoltà nel torneo, ovvero Roma e Juventus. Ma soprattutto la possibilità di vedere se verrà confermato lo spartito delle ultime settimane: squadra meno garibaldina, più reattiva e speculativa.  

Sfida delicata per la Sampdoria e ancor di più per Roberto D’Aversa: un mancato successo potrebbe costare la panchina al tecnico italotedesco. Cinque sconfitte nelle ultime sette giornate di campionato, due vittorie complessive e il fiato sul collo della zona calda: oltre ai freddi numeri anche la sensazione che il successore di Claudio Ranieri non sia ancora riuscito a trovare il bandolo della matassa.

I precedenti nella massima serie in Liguria non sorridono particolarmente agli ospiti, seppur vittoriosi nelle ultime due trasferte sotto la Lanterna: il 2-1 dello scorso torneo rappresenta infatti il tredicesimo successo rossoblù, corsaro ai danni della Sampdoria. L’ultimo dei 12 segni X risale all’anno della retrocessione pre-Saputo, con Diamanti in extremis abile a rispondere a Gabbiadini, mentre il 4-1 della stagione 2018-19 ha regalato ai padroni di casa la 23ª vittoria interna negli scontri diretti. 

Capitolo formazioni: l’infermeria non porta buone nuove con Bonifazi, Kingsley e Schouten ancora ai box, oltre a Viola alla ricerca della migliore condizione. La speranza è quella di riuscire a recuperare, durante la sosta, il centrocampista olandese e quello reggino per allungare le rotazioni in mediana, al momento ridotte all’osso. Nessuna variazione di formazione in vista rispetto alle ultime uscite: in difesa spazio al trio Soumaoro-Medel-Theate a protezione di Skorupski. Scelte obbligate nel cuore del centrocampo, con Dominguez-Svanberg coppia sempre più consolidata: De Silvestri a destra non si tocca, a sinistra Dijks prova ad insidiare Hickey ma si scontra con la crescita e la costanza del giovane calciatore scozzese. In attacco c’è ovviamente Marko Arnautovic, con Soriano nelle vesti di trequartista e Barrow in quelle di seconda punta.

La Sampdoria deve invece scontare le assenze per infortunio di Damsgaard, Verre e Vieira, per squalifica di Adrien Silva dopo l’espulsione rimediata a Torino e deve far fronte al caso Ihattaren, talento olandese in prestito dalla Juventus protagonista di comportamenti poco professionali. Pochi i cambiamenti previsti: davanti ad Audero dovrebbe agire la solita linea a quattro composta dai terzini Bereszynski e Augello e dai centrali Yoshida e Colley.

Scelte obbligate a livello di interni di centrocampo per la Doria, di fatto rimasta con i soli Ekdal e Thorsby a disposizione: sulle corsie spazio a Candreva, per distacco il migliore dei blucerchiati, e al giovane Askildsen. Coppia stagionata ma sempre pericolosa quella offensiva, con il tandem Caputo-Quagliarella: solo panchina, almeno dall’inizio, per l’ex Gabbiadini.

Ecco le probabili formazioni e il gruppo arbitrale.

SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Ekdal, Thorsby, Askildsen; Caputo, Quagliarella. All. D’Aversa.

BOLOGNA (3-4-2-1): Skorupski; Soumaoro, Medel, Theate; De Silvestri, Dominguez, Svanberg, Hickey; Soriano, Barrow; Arnautovic. All. Mihajlovic.

Arbitro: Gianluca Manganiello di Pinerolo. Assistenti: Luigi Lanotte (Barletta) e Orlando Pagnotta (Nocera Inferiore). IV Uomo: Luca Zufferli (Udine). Var: Piero Giacomelli (Trieste). Avar: Alessandro Giallatini (Roma2).