Gio. Dic 2nd, 2021

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Bologna Fc: una vittoria per sognare in grande

3 min read
Le ultimissime notizie e le probabili formazioni di Bologna-Venezia in programma domani alle 15 allo Stadio Dall'Ara di Bologna

Il Venezia è comunque formazione ostica Foto pagina Facebook Ac Venezia)

Ultima sosta per le Nazionali del 2021 alle spalle: l’Italia ha come noto mancato l’accesso diretto ai Mondiali in Qatar e sarà costretta alle forche caudine dei playoff, in programma a fine marzo dell’anno venturo. Torna dunque in campo la Serie A: il Bologna ospiterà al Dall’Ara il Venezia, con calcio d’inizio fissato per le ore 15 e diretta televisiva su Dazn.

Le vertigini figlie di una classifica resa nobile dai successi contro Cagliari e Sampdoria e i prossimi impegni contro Venezia e Spezia non devono però dare origine a voli pindarici in termini di aspettative finali: certamente l’arrivo nella parte sinistra della classifica resta però un obiettivo tangibile, meglio ancora se raggiunta con idee e tracce di gioco su cui poter fare affidamento anche in futuro e non con un calcio circostanziale che guardi solo al breve periodo. 

Il Venezia si sta ben distinguendo con una rosa esotica, fatta di tanti acquisti estivi in giro per il mondo, e soprattutto con un allenatore che ha saputo adattare il proprio calcio propositivo alla massima serie senza però snaturarsi più di tanto: i lagunari arrivano alla gara di Bologna dopo aver ottenuto il prestigioso scalpo della Roma e più in generale dopo gli 8 punti nelle ultime 6 uscite di campionato, ottenuti superando la Fiorentina e impattando in trasferta contro Cagliari e Genoa, dirette concorrenti per la salvezza. 

Non siamo certamente di fronte ad una classica della Serie A visti i dodici precedenti nella massima serie sotto le Due Torri: cinque vittorie per i rossoblù, l’ultima delle quali nel marzo 1999 grazie alle reti di Andersson e Signori che ribaltarono l’iniziale vantaggio ospite di Maniero. Nel febbraio 2002 l’ultimo confronto tra le due compagini e pure l’ultimo dei sei pareggi: sempre Maniero a segno per i neroverdi, di Bellucci la rete del pareggio rossoblù. L’unica vittoria veneta in Emilia risale alla stagione 1942-43, l’ultima a girone unico disputata prima della caduta del regime fascista: il 2-0 si rivelò fondamentale per la salvezza dei lagunari.

Capitolo formazioni: alle note assenze di Kingsley e Schouten si è andata a sommare quella di De Silvestri, out fino ad inizio dicembre. Quantomeno si rivede a distanza di un mese Bonifazi, il cui rientro allunga le rotazioni dei centrali difensivi, e per la prima volta si vedrà Viola tra i convocati. Non varia la retroguardia davanti a Skorupski: lo stakhanovista Medel ancora una volta al centro del terzetto completato da Soumaoro e Theate.

Ballottaggio per sostituire De Silvestri sulla destra: Skov Olsen in vantaggio su Mbaye e ovviamente la conferma di Hickey a sinistra, il che cancellerebbe l’ipotesi di un impiego di Dijks sulla corsia mancina. Dubbio anche al fianco di Dominguez: negli scorsi giorni Svanberg ha rimediato una contusione in allenamento ma c’è fiducia per un suo impiego dal primo minuto, con Viola inserito gradualmente in corso d’opera.

Non cambia la posizione intermedia di Soriano a supporto delle punte Barrow e Arnautovic.

Mister Zanetti ritrova Vacca e Johnsen, di rientro dai rispettivi infortunati e dunque arruolabili, ma perde Ebuehi per una lesione al retto femorale destro.

Tra i pali l’ex Manchester United Romero, supportato dalla coppia centrale formata da Caldara e Ceccaroni e dai terzini Mazzocchi e Hops: in mediana Ampadu e Bisio non si toccano, il terzo dovrebbe essere proprio il rientrante Vacca. Il pacchetto offensivo dovrebbe essere composto da Aramu e Kiyine a supporto di Okereke: Johnsen ed Henry destinati all’iniziale panchina. Ecco le probabili formazioni e il gruppo arbitrale.

BOLOGNA (3-4-2-1): Skorupski; Soumaoro, Medel, Theate; Skov Olsen, Dominguez, Svanberg, Hickey; Barrow, Soriano; Arnautovic. All. Mihajlovic.

VENEZIA (4-3-3): Romero; Mazzocchi, Caldara, Ceccaroni, Haps; Ampadu, Vacca, Busio; Aramu, Okereke, Kiyine. All. P. Zanetti.

Arbitro: Daniele Chiffi di Padova. Assistenti: Stefano Liberti (Pisa) e Giovanni Baccini (Conegliano). IV Uomo: Francesco Meraviglia (Pistoia). Var: Davide Ghersini (Genova). Avar: Pasquale De Meo (Foggia).