Dom. Mag 22nd, 2022

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Bologna Fc: Napoli nel mirino

4 min read
Le ultimissime notizie e le probabili formazioni di Bologna-Napoli in programma oggi alle 18,30 allo Stadio Dall'Ara di Bologna.
Luciano Spalletti

Luciano Spalletti sta facendo un grande lavoro a Napoli (foto pagina Facebook ufficiale SSC Napoli)

Tardo lunedì pomeriggio di calcio per il Bologna, impegnato contro il Napoli in uno dei posticipi della 22ª giornata: calcio d’inizio fissato per le ore 18,30 di oggi con diretta televisiva in esclusiva su Dazn.

Un Bologna dai ranghi ridotti e semplicemente encomiabile si è ritrovato beffato a Cagliari in extremis: ovviamente la regolarità della gara è stata pesantemente condizionata, se non del tutto inficiata, dall’aver spedito in campo una squadra senza che potesse preparare la sfida. Le due partite ancora da giocare, quella contro il Napoli e il recupero contro l’Inter, per quanto ardue mettono in palio punti importanti per restare agganciati al treno della parte sinistra di una graduatoria che sembra delineare un certo scollamento tra la parte centrale e quella occupata dalle ultime 6-7 formazioni, in piena corsa salvezza. 

Il Napoli, dopo aver cullato inizialmente sogni di scudetto, è ritornato con i piedi per terra anche a causa dei numerosi infortuni: gli uomini di Spalletti restano in corsa per i principali obiettivi stagionali, ovvero un piazzamento tra le prime quattro in Italia e il riuscire a fare più strada possibile in Europa, anche se l’incrocio di Europa League porrà di fronte ai partenopei un Barcellona in ripresa. Tramontato invece in settimana quello della Coppa Italia a causa della sconfitta per 5-2 contro la Fiorentina, arrivata però ai supplementari, dopo un pari raggiunto al 95’ in netta inferiorità numerica.

Sono 62 i precedenti tra le due compagini al Dall’Ara, nella massima serie: il bilancio sorride al Bologna con 31 successi, 14 pareggi e 17 sconfitte. L’ultima vittoria casalinga risale al 3-2 del maggio 2019, ciliegina sulla torta di un memorabile finale di stagione per il subentrante Mihajlovic. Nel luglio 2020, in pieno campionato post lockdown, la rete di Barrow permise ai rossoblù di pareggiare quella di Manolas mentre lo 0-1 dello scorso torneo riporta all’ultimo successo campano in terra emiliana. 

Emergenza Covid quasi del tutto rientrata in casa Bologna, con Federico Santander ancora bloccato in Paraguay in attesa di negativizzarsi, ma non mancano le assenze causa infortuni e Coppa D’Africa: su tutti Orsolini, vittima di un sublussazione alla spalla destra rimediata a Cagliari. Out anche Kingsley e Schouten, quest’ultimo rientrato però a Bologna negli ultimi giorni dopo una lunga assenza, oltre a Barrow e Mbaye impegnati nella manifestazione continentale sopracitata. Rispetto a Cagliari tornano però a disposizione Medel e Vignato, negativi al Covid-19, nonchè Sansone e Soumaoro, stavolta provvisti di Supergreenpass.

Mihajlovic ha dunque qualche scelta in più per le proprie rotazioni: in difesa si rivede Soumaoro, con Binks e Theate a completare la cerniera davanti a Skorupski. Dalla panchina Bonifazi e Medel, quest’ultimo facilmente ipotizzabile come subentrante dietro o in mezzo a seconda dell’evoluzione della gara. Cambiano gli uomini sulle corsie di centrocampo, con De Silvestri e Hickey pronti a rilevare Skov Olsen e Dijks: il calciatore danese, attenzionato dall’estero (pronti 6 milioni dal Bruges), dovrebbe però spostarsi in avanti al fianco di Arnautovic. Il cuore del centrocampo è di fatto obbligato, con Dominguez supportato dalle mezzali Svanberg e Soriano.

Il Napoli sconta le assenze di Koulibaly, Zambo Anguissa e Ounas, impegnati in Coppa D’Africa, oltre a quelle di Ospina e Insigne per infortunio: in extremis potrebbe recuperare Zielinski, chiamato a sottoporsi alle visite mediche di rito per ottenere l’idoneità dopo aver contratto il Covid, mentre sicuramente si rivedrà – almeno in panchina Osihmen – out da due mesi a causa della frattura dello zigomo e della successiva positività al Covid.

Tra i pali spazio all’azzurro Meret: nella difesa a quattro ecco Di Lorenzo e Mario Rui (l’alternativa è Ghoulam) come terzini, mentre la coppia centrale sarà formata da Rrahmani e Juan Jesus. Il centrocampo dovrebbe essere affidato a Lobotka e Demme, con Fabian Ruiz almeno inizialmente in panchina: in avanti, a prescindere dal recupero o meno per la gara, Zielinski dovrebbe restare fuori con Mertens ad agire da sottopunta, Politano ed Elmas come esterni offensivi e Petagna di punta. Ecco le probabili formazioni e il gruppo arbitrale.

BOLOGNA (3-5-2): Skorupski; Soumaoro, Binks, Theate; De Silvestri, Svanberg, Dominguez, Soriano, Hickey; Skov Olsen, Arnautovic. All. Mihajlovic.

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui; Lobotka, Demme; Politano, Mertens, Elmas; Petagna. All. Spalletti.

Arbitro: Livio Marinelli di Tivoli. Assistenti: Nicola Pagliardini (XArezzoX) e Antonio Vono (Soverato). IV Uomo: Juan Luca Sacchi (Macerata). Var: Michael Fabbri (Ravenna). Avar: Stefano Alassio (Imperia).