Dom. Mag 22nd, 2022

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Mercato Bfc: a Bologna arriva Mischel Aebischer, talento svizzero

3 min read
Il profilo e la carriera del futuro acquisto del Bfc, Mischel Aebischer.

Mischel Aebischer con la maglia dello Young Booys (foto sito ufficiale Young Boiys www.bscyb.ch)

Primo rinforzo del mercato invernale del Bologna: dallo Young Boys il Bologna preleva il centrocampista Mischel Aebischer e lo fa sulla base di un prestito con obbligo di riscatto legato alla salvezza.

Ammontare complessivo dell’operazione circa 4 milioni di euro, divisi tra prestito e successivo obbligo di riscatto da esercitare al raggiungimento della salvezza: per il giocatore pronto un contratto quadriennale.

Nulla da fare invece per il Cagliari, nonostante i tentativi in prima persona del presidente Giulini: la volontà dell’elvetico non era quella di ritrovarsi a lottare per la salvezza e legare appunto a quest’ultimo fattore, certamente incerto ad oggi per i sardi, il proprio futuro in Italia.

CARRIERA E NUMERI. Nato a Friburgo – quella in Svizzera non in Germania – il 6 gennaio 1997, il centrocampista elvetico ha compiuto i primi passi nelle formazioni giovanili dell’Heitenried e del Friburgo, per poi approdare nel 2013 a Berna per completare il proprio percorso di formazione con lo Young Boys. Nel settembre 2016 tre prime volte per lui con la maglia della prima squadra: l’esordio contro il Lucerna in campionato datato 10 settembre, l’esordio nella Coppa nazionale il 18 e il successivo fuori dai confini, ad Astana, in una sfida valida per l’Europa League 2016-17. Dovrà attendere il 2017 per il debutto in Champions League, avvenuto contro la Dinamo Kiev in una sfida valida per la qualificazione alla massima competizione, mentre nella fase a gironi trova il proprio primo gettone nel settembre 2018 al cospetto del Manchester United. In totale il giocatore può vantare 194 presenze con la prima squadra dello Young Boys, con 15 reti e 35 assist all’attivo, cosi distribuite: 133 presenze in Super League, 22 in Europa League, 22 tra qualificazioni e fase a gironi della Champions League, nonchè 17 nella coppa elvetica.

Nella prima parte di questa stagione 28 presenze in tutte le competizioni, tra le quali le 6 sfide di Champions League in cui si è particolarmente distinto nel match di ritorno contro l’Atalanta, fornendo due assist per il 3-3 finale che ha di fatto compromesso il percorso degli orobici nel torneo.

Con la nazionale svizzera ha percorso la trafila delle selezioni crociate per poi debuttare con quella maggiore nel novembre 2019, subentrando contro Gibilterra in una sfida di Nations League: in totale sono 7 le presenze ufficiali, tra cui quella disputata per intero contro l’Italia nella sfida di andata del nefasto, per gli Azzurri, girone di qualificazione ai mondiali di Qatar. 

CARATTERISTICHE E INSERIMENTO NEL BOLOGNA. L’inserimento del Bologna per Aebischer è avvenuto subito dopo la calendarizzazione dell’operazione alla spalla dolorante di Nicolas Dominguez, un’operazione che terrà il centrocampista argentino lontano dai campi per i prossimi 3 mesi.

Ragionando a medio-lungo termine, alla luce del possibile addio estivo di Mattias Svanberg, non è da escludere che possa rappresentare il sostituto dello stesso calciatore svedese alla luce delle caratteristiche dello svizzero. Un’operazione per unire l’utile nel breve al dilettevole in prospettiva.

Questo perchè Aebischer, 183 cm per 76 chili ed una struttura longilinea, si è finora messo in mostra più per la maggiore propensione offensiva: una mezzala dinamica e macina chilometri, abile nell’inserimento in area con annesse conclusioni di destro, il suo piede preferito, pur non disdegnando il tiro da fuori area. Il giocatore dovrà invece migliorare la fase di non possesso, come normale che sia in un contesto calcistico che richiede ai centrocampisti moderni di essere il più completi possibili: in particolare sulle letture delle traiettorie avversarie, sugli intercetti e in fase di interdizione.