Dom. Mag 22nd, 2022

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Bologna Fc: Salerno nel mirino

3 min read
Le ultimissime notizie e le probabili formazioni di Salernitana-Bologna in programma domani alle 15 allo Stadio Areche di Salerno.
Salernitana

Davide Nicola dirige l'allenamento della Salernitana con Franck Ribery (foto pagina Facebook ufficiale Us Salernitana)

Pomeriggio in trasferta per il Bologna, impegnato sul campo della Salernitana nel primo del sabato degli anticipi della 27ª giornata di Serie A: calcio d’inizio allo Stadio Arechi fissato per le ore 15, diretta televisiva ad opera della sola piattaforma Dazn. 

La vittoria scacciacrisi per il Bologna contro lo Spezia è arrivata al termine di una prova davvero convincente: per larghi tratti si sono rivisti concetti abbandonati da mesi quali il giocare alto, il pressare in avanti e attaccare anche a costo di esporsi a qualche rischio. Una rondine non fa Primavera e il banco di prova di Salerno sembra arrivare al momento giusto: ambiente caldo, squadra ritrovata e con il coltello tra i denti alla ricerca della salvezza. 

La Salernitana vive appunto un ritrovato entusiasmo: scongiurato il pericolo esclusione dal torneo grazie all’ingresso dell’imprenditore Danilo Iervolino, i granata hanno ribaltato come un calzino la squadra nel mercato invernale con l’operato di Walter Sabatini e successivamente affidato la guida tecnica a Davide Nicola, chiamato ad un’impresa salvezza simil-Crotone. 

Due soli precedenti in Campania e nella massima serie tra le due formazioni: il primo nel 1948, terminato 2-0 per i padroni di casa, mentre il secondo risale al 1999, con un successo ancora più netto per i granata firmato da una tripletta di Di Vaio e un gol del serbo Kristic. Insomma, un campo ad oggi stregato: nessuna rete all’attivo e sole sconfitte in Serie A, mentre in Serie B nella stagione 1995-96 maturò uno 0-0 finale.

Capitolo formazioni: dopo numerose settimane il Bologna si ritrova quasi al completo, dovendo scontare solamente le lungodegenze di Dominguez, Kingsley e Santander. Si rivedono Medel e Svanberg, assenti per squalifica contro lo Spezia, ma solo per il primo potrebbero aprirsi nuovamente le porte della titolarità immediata.

Questo perché il cileno dovrebbe schierarsi in mezzo a Bonifazi e Theate, mentre in mezzo al campo si dovrebbe rivedere il tandem composto da Schouten e Soriano: ai loro lati spazio a De Silvestri e ad Hickey. In avanti conferma per il tridente offensivo formato da Orsolini e Barrow sugli esterni, con Arnautovic nelle vesti di riferimento centrale: l’attaccante austriaco, se più vicino alla porta e rifornito a dovere, sa come rendersi pericoloso e colpire.

Qualche assenza in più per la Salernitana: l’elenco degli indisponibili annovera Ruggeri, M. Coulibaly, Schiavone, Strandberg, Di Tacchio, Gyomber, seppur vada sottolineato come molti dei giocatori sopracitati abbiano perso spazio dopo il mercato di gennaio. Nicola quantomeno ritrova in extremis Ribery e Perotti, inizialmente destinati alla panchina.

Tra i pali spazio a Sepe, supportato da una difesa a quattro composta dai terzini Mazzocchi e Ranieri e dalla coppia centrale Fazio-Dragusin. Nel cuore del centrocampo spazio a Lassana Coulibaly, Ederson e Kastanos, mentre in avanti l’ex Verdi agirà a supporto di Djuric e Bonazzoli, anche se andrà valutata la posizione di quest’ultimo in campo per definire se si tratterà di un 4-3-1-2 o 4-3-3. Ecco le probabili formazioni e il gruppo arbitrale.

SALERNITANA (4-3-1-2): Sepe; Mazzocchi, Fazio, Dragusin Ranieri; L. Coulibaly, Ederson, Kastanos; Verdi; Djuric, Bonazzoli. All. Nicola.

BOLOGNA (3-4-3): Skorupski; Bonifazi, Medel, Theate; De Silvestri, Schouten, Soriano, Hickey; Orsolini, Arnautovic, Barrow. All. Mihajlovic.

Arbitro: Giovanni Ayroldi di Molfetta. Assistenti: Filippo Bercigli (Firenze) e Alessio Berti (Prato). IV Uomo: Antonio Di Martino (Teramo). Var: Daniele Orsato (Schio). Avar: Alessandro Giallatini (Roma2).